Un altro colpo al Liverpool, sequela di infortuni

La sequela di infortuni che hanno colpito il Liverpool è impressionante. A metà novembre Jurgen Klopp ha perso in fila cinque giocatori che si vanno ad aggiungere ai quattro difensori, tra cui Virgil van Dijk. Significa l’emergenza totale non solo per il Liverpool, ma anche per la formazione nazionale che ad un certo punto si è ritrovata senza difesa e con alcuni giocatori top fuori. Ma la lista dei calciatori che hanno subito un infortunio non finisce qui. 

Si è fermato anche Jordan Henderson durante l’incontro Inghilterra-Belgio (2:1). “Ha avuto un po’ di tensione alla gamba e sentiva di non poter andare avanti, speriamo non sia un problema al tendine del ginocchio”. Non è il primo ad essere perso dall’inizio della stagione. Prima è capitato anche a Fabihno, che ha saltato per un problema al tendine del ginocchio le ultime tre partite; Thiago Alcantara; Andy Robertson ( problemi al tendine di un ginocchio) e Oxlade-Chamberlain (infortunio al ginocchio, tempi di recupero previsti non sono noti) e Vigil van Dijk che ha gravemente rotto il legamento crociato, scontrandosi con il portiere dell’Everton Pickford. Lo stop previsto è di cinque mesi, Klopp lo riavrà probabilmente a fine stagione.

Invece, Joe Gomez, che è arrivato per sostituire l’olandese, due giorni dopo si è infortunato al ginocchio sinistro in allenamento con l’Inghilterra. È stata necessaria un’operazione per la ricostruzione di un tendine. “Gomez inizierà immediatamente un programma di riabilitazione con la squadra medica dei Reds, con lo staff del club che monitorerà attentamente i suoi progressi – si legge sul sito del Liverpool – Non viene stabilita alcuna tempistica per il suo ritorno, anche se è probabile che l’infortunio lo escluda per una parte significativa del resto della stagione 2020-21”. In questo modo Klopp ha perso l’ultimo difensore centrale, che fin allora è stato sempre disponibile e utilizzato nel ciclo di sette partite in 22 giorni. Ora il rientro è previsto per giugno 2021.

A questa difficile situazione si è aggiunto anche Alexander Arnold che dovrà restare fuori per un mese a causa di un problema al polpaccio accusato contro il Manchester City. Lo stop previsto è di tre settimane. 

Vuol dire che praticamente tutta la difesa era fuori e, a questo punto, Klopp ha dovuto servirsi dalle Giovanili per completare la squadra. Poi, all’improvviso si è eliminato anche Mohamed Salah che è uscito positivo al coronavirus, nonostante non abbia presentato alcun sintomo. Salah ha saltato la partita di Premier League del 21 novembre. La star è tornata agli allenamenti poco prima della sifda con l’Atalanta in Champions League del 25.

Ora, senza dubbi, le scommesse sportive piazzate su Liverpool non sono certe, come non è certo quando ritornerà al suo stato precedente.

Published
Categorized as sport

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *